Marcatura CE: priorità per produttori del settore difesa

mil_lince_700x250

20 FEBBRAIO 2015

Un numero sempre crescente di produttori del settore difesa sta prendendo consapevolezza della necessità della marcatura CE fin dalle prime fasi del processo di progettazione dei prodotti. Stiamo assistendo ad una vera e propria crescita della domanda relativamente al nostro servizio che sostiene i produttori in un percorso più agevole al mercato, con prestazioni di qualifica ormai considerate prioritarie.
Infatti, i produttori che tengono in considerazione sia i requisiti militari che commerciali all’interno di un singolo programma stanno raccogliendo notevoli vantaggi, grazie alla riduzione del rischio, dei costi e dei tempi di approvazione per i requisiti, permettendo così una consegna più rapida per il Ministero della Difesa o per i loro clienti.
La marcatura CE fornisce un approccio uniforme per l’approvazione dei prodotti e rimuove le barriere commerciali all’interno dell’UE. I requisiti per la marcatura CE sono specificati nei documenti relativi ai requisiti di sistema, ai bandi di gara e ai contratti. Mentre molti documenti di gara del Ministero della Difesa hanno requisiti chiari e precisi che indicano direttive pertinenti, altri contengono ampie dichiarazioni che lasciano spazio ad interpretazioni. L’applicazione delle direttive costituisce tuttavia un obbligo di legge anche quando non è indicata nel contratto.
Prima di valutare il percorso più adatto per la conformità, le direttive in questione devono essere ben identificate e il produttore deve essere informato circa le proprie responsabilità e su come farvi fronte.
Pertanto è essenziale chiedere il parere di Organismi Notificati per ridurre l’ambiguità sui requisiti di marcatura CE e le approvazioni militari, alla luce del fatto che la marcatura CE per i produttori del sistema difesa è una necessità.
CELAB è Organismo Notificato n° 2037 riconosciuto dall’Unione Europea ai fini della marcatura CE per:
CELAB è sede italiana di CELAB LtdOrganismo Notificato n° 2559 per:
  • Direttiva R&TTE 1999/5/EC (Apparecchiature radio e terminali di telecomunicazione)
  • Direttiva EMC 2004/108/EC